• Lirio Mangalaviti

L’eleganza francese sposa la forza toscana



Giovedì 17 settembre Leonardo Romanelli presenta a Villa Olmi undici cabernet franc prodotti in Toscana.


Nella continua sfida, non solo enogastronomica, tra Francia e Italia, ben si insinua la vicenda del cabernet franc, un vitigno di origine bordolese che ha trovato soprattutto in Toscana un ambiente non ostile. Vinificato in purezza, dà vita a vini inconfondibili, eleganti, di colore rosso rubino intenso, dall’aroma speziato, dal gusto erbaceo, fruttato, di corpo. Le sue uve prediligono i terreni sabbiosi e pietrosi o a tendenza calcarea, quindi le troviamo sulla costa, ma anche in zone dell’interno di storica viticoltura, a testimonianza della sfida che molti vignaioli hanno voluto cogliere cimentandosi con un vitigno dalle enormi potenzialità.


Giovedì 17 settembre, nel nuovo appuntamento organizzato a Villa Olmi per scoprire le eccellenze vinicole della nostra regione, Leonardo Romanelli ci accompagnerà in questo viaggio dalla Francia alla Toscana con una degustazione guidata di 11 cabernet franc di altrettante aziende: Tenuta Casasei e La Fralluca di Suvereto, Podernuovo di Palazzone, Vallepicciola di Castelnuovo Berardenga, Poggio al Tesoro e Giovanni Chiappini di Bolgheri, Podere la Pace di Massa Marittima, La Regola di Riparbella, Piaggia di Carmignano, Vignamaggio di Panzano, Ampeleia di Roccatederighi.


Nel corso della cena che seguirà la degustazione, le aziende proporranno ai wine lovers intervenuti altri loro vini che accompagneranno i quattro piatti previsti dal menu.